Con il suo singolare profilo, il monte della Verna fa da spartiacque tra due valli della Toscana, il Casentino e la Valtiberina, la quale a sua volta è porta di ingresso verso l’Umbria. Qui sorge il Santuario francescano de La Verna, una delle mete di fede più importanti a livello italiano.

Durante il suo passaggio in questi luoghi, San Francesco ricevette in dono dal conte Orlando Cattani questa montagna, la stessa che Dante Alighieri definisce “crudo sasso” nei versi del suo poema più famoso. Qui egli visse secondo i princìpi di quell’ordine che aveva fondato, in preghiera, povertà ed armonia con la natura.

La fama di questo santuario è legata ad un particolare evento della vita del santo, ossia quando questi ricevette le stimmate due anni prima della sua morte: il punto esatto del miracolo è commemorato da una piccola cappella, alla quale si accede per mezzo di un corridoio porticato.

Le pietre del santuario sembrano fondersi con la roccia della montagna, dando l’impressione che la struttura sia quasi sospesa se la si guarda in lontananza, ma comunicando nel contempo un profondo senso di pace ed armonia, amplificato dalla bellezza della foresta che avvolge questo luogo quasi come a proteggerlo.

Al suo interno, il santuario sembra un piccolo paese: una piccola strada in pietra conduce quella che è la piazza principale, il Quadrante, dove si affaccia la splendida Basilica della Madonna dell’Assunta ed un belvedere permette di godere di un panorama mozzafiato sulla valle del Casentino.
Il Quadrante è il cuore dell’intero complesso francescano insieme alla Basilica. Da qui si può scendere a visitare la cappella di Santa Maria degli Angeli ed il piccolo museo del Santuario, oppure accedere al Corridoio delle Stimmate.

Altro sito importante è sicuramente quello del Sasso Spicco, un enorme masso tra due pareti di roccia alle quali si appoggia con un unico spigolo: qui San Francesco amava stare in preghiera meditando sulla Passione di Cristo.

Gli amanti delle escursioni e della natura possono addentrarsi nei boschi circostanti per poi salire fino alla sommità del monte, oppure scegliere il Santuario come meta di un percorso a piedi lungo l’antica strada della Beccia.
Chi viene in Casentino non può non passare di qui: La Verna infatti è un luogo di una bellezza unica, capace di lenire i sensi e rinfrancare lo spirito, dove poter riscoprire il significato di “armonia” e ritrovare se stessi.